Home page

CHE COSA E' UNA ECLISSE DI LUNA
L'eclisse di Luna
Calcolatore d'eclissi


L'ECLISSE DI LUNA
Una eclisse di Luna, pur essendo meno spettacolare della più nota cugina di Sole, possiede alcune caratteristiche che la rendono meritevole di essere vista. Le differenze principali rispetto alla eclisse solare sono la quasi costante uniformità con la quale il fenomeno si ripete e la maggiore durata temporale (alcune ore); inoltre, poichè il fenomeno avviene sulla superficie del satellite, non è legato alla posizione dell'osservatore terrestre ed è pertanto visibile nello stesso istante, per la stessa durata e nella stessa maniera da tutti coloro che in tale momento abbiano la Luna sopra l'orizzonte.
Come noto una eclisse solare è invece visibile da una zona molto ristretta della superficie terrestre e la fase culminante (la totalità) dura al massimo solo alcuni minuti.
Il cono d’ombra generato dalla Terra ha una lunghezza media di circa 1.400.000 km. ed una larghezza, nel punto in cui viene attraversato dalla Luna, di circa 9.700 km. Essendo il diametro lunare tre volte più piccolo (3.476 km.) è evidente come il satellite abbia sempre la possibilità di immergersi completamente e abbondantemente nel cono risultandone così del tutto eclissato. Per tale ragione nel caso della Luna non esiste l'equivalente dell'eclisse anulare di Sole, mentre esattamente come per quest‘ultimo è possibile il fenomeno dell‘eclisse parziale, come vedremo più avanti. Tenendo conto della presenza anche del cono di penombra , una eclisse completa di Luna può essere suddivisa nelle varie fasi:
1) Ingresso e attraversamento della zona di penombra: la Luna vi entra con il suo bordo sinistro. L'evento non è appariscente, la luminosità del disco subisce solo un lieve offuscamento del tutto inapprezzabile.
2) Ingresso nella zona d'ombra: la Luna entra in contatto con il bordo del cono d'ombra che stacca sulla sua superficie "un morso" sempre più grande man mano che il satellite avanza; siamo in fase di parzialità dell'eclisse
3) Eclisse totale: la Luna è completamente immersa nel cono d'ombra ed è del tutto oscurata. Essa non scompare però alla vista ma assume un suggestivo e sinistro colore rosso cupo, come quello di un tizzone incandescente sul punto di esaurirsi. Il colore rossastro, estremamente suggestivo e simile al sangue rappreso (e quindi anticamente ritenuto di cattivo auspicio e foriero di sciagure e di guerre) è semplicemente dovuto alla presenza dell'atmosfera attorno alla Terra; essa si comporta come un prisma rifrattore che convoglia una parte dei raggi solari (solo quelli di colore rosso) all'interno del cono d'ombra principale che quindi non resta totalmente al buio. La durata di questa fase dipende dalla traiettoria della Luna rispetto al centro del cono d'ombra; nel caso in cui la traiettoria sia centrale essa può durare anche un'ora e mezzo.
4) Uscita dal cono d'ombra. La Luna torna gradualmente alla sua forma abituale ed entra nel cono di penombra.
5) Attraversamento ed uscita dalla penombra. Anche questa fase è praticamente inapprezzabile al normale osservatore. Quando la Luna è completamente uscita da tale zona l'eclisse termina.
Non tutte le eclissi si presentano così; sempre a seconda della traiettoria della Luna rispetto ai coni d'ombra si possono avere: eclisse totale (è quella completa di tutte la fasi e sopra descritta), eclisse parziale (la Luna non riesce ad immergersi completamente nel cono d'ombra centrale, per cui una sua maggiore o minore parte risulta sempre ben visibile); eclisse penumbrale (la Luna salta completamente il cono d'ombra ed attraversa solo quello di penombra; come già detto tale evento però risulta praticamente inavvertibile).
La luna raggiunge sempre ed attraversa i coni da destra verso sinistra per cui tutte le eclissi cominciano con il progressivo oscuramento del bordo sinistro della Luna.

CALCOLATORE DI ECLISSE
La seguente applicazione calcola le circostanze locali delle eclissi di Luna e ne rappresenta graficamente l'andamento.
Dopo avere impostato i dati della località e del periodo che interessa, occorre premere sempre il pulsante "Aggiorna elenco" per vedere la lista delle eclissi dell'anno, se ve ne sono. A volte la pressione del tasto non è necessaria, ma è consigliabile farlo.
Cliccando su una delle eclissi in elenco vengono mostrati i dati relativi al fenomeno e la sua rappresentazione grafica.



Il fenomeno è rappresentato anche quando l'astro non è sopra l'orizzonte e quindi l'eclisse, in realtà, non è osservabile, oppure si verifica in pieno giorno. Questo per non escludere a priori eventuali eclissi che possono avvenire al limite del sorgere o del tramonto della Luna, e che quindi sono parzialmente visibili e, tra l'altro, anche particolarmente spettacolari.
Se le altezze delle varie fasi indicate nelle circostante locali sono negative, allora è evidente che in quel momento la Luna è al di sotto dell'orizzonte, è pertanto non è visibile.
Gli orari sono espressi in UT e devono essere adeguati all'ora del fuso locale (per l'Italia aggiungere 1 ora d'inverno e 2 ore d'estate).

Franco Martinelli