Home page

Starfinder (calepino)

Le osservazioni degli astri ai crepuscoli mattutini e serali vengono programmate selezionando in anticipo le migliori stelle osservabili i termini di magnitudine, altezza e distribuzione in azimuth.
Come noto, un buon punto nave stellare deve essere fatto con quattro astri disposti a 90 gradi (più o meno) uno dall'altro.
La pianificazione delle osservazioni viene efettuata mediante l'utilizzo della carta del cielo stellato riportata nelle Effemeridi Nautiche dell'Istituto Idrografico della Marina o, più comodamente, utilizzando uno strumentino che rappresenta il cielo stellato e da cui si possono desumere le altezze e gli astri. Tale strumento è il noto Starfinder and Indentifier", edito dall'US Naval Oceanographic Office e, tempo addietro, era posseduto quasi da tutti gli ufficiali di coperta della marina mercantile.
I risultati della pianificazione venivano riportati su un diagramma circolare che, in gergo, veniva chiamato calepino.
Questa applicazione Java riproduce le funzionalità dello starfinder e, in automatico, propone i migliori astri osservabili per azimuth ed altezza.
All'apertura della schermata viene proposta la sfera celeste proiettata sull'orizzonte dell'osservatore, in base ai dati riportati sulla barra rossa, dati che possono essere modificati in base alle proprie esigenze.
Le stelle mostrate sono quelle riportare sulle Effemeridi Nautiche italiane.



Sulla barra gialla sono riportati gli orari dei crepuscoli e i due pulsanti relativi che, se premuti, impostano la sfera celeste per il relativo orario.
Premendo i due pulsanti ">" e "<" viene fatta ruotare la croce-puntatore blu che rappresenta i quattro azimuth ortogonali che possono aiutare a selezionare gli astri osservabili.
Sul lato sinistro vengono automaticamente riportati gli astri che hanno una differenza d'azimuth di 10 gradi rispetto ai bracci della croce-puntatore, ed una altezza compresa tra 15° e 80°. Sul lato destro sono invece riportati tutti gli astri sopra l'orizzonte con la loro altezza ed il loro azimuth.

Attenzione. I dati vanno riportati come nell'esempio, seguendo lo stesso formato e premendo il pulsante "Aggiorna calcolo".
Non esiste alcun controllo sul formato e sulla coerenza dei dati. In caso di dato non valido l'applicazione fornisce risultati non attendibili, ma senza dare alcun avvertimento.
In particolare, i formati da utilizzare sono i seguenti.

Data: gg/mm/aaaa (es. 06/08/2012)
Ora: hh:mm:ss (es. 08:12:22)
Latitudine: gg°pp'.d S (es. 43°24'.5 N, oppure 02°04'.1 S). L'unico spazio va inserito tra i decimi ed il segno della latitudine.
Longitudine: ggg°pp'.d S (es 004°05'.2 E, oppure 012°33'.5 W oppure 112°00'.0 W). L'unico spazio va inserito tra i decimi ed il segno della longitudine.
Per fuso si intende il fuso orario su quale è regolato l'orologio, con segno positivo se ad Est di Greenwich, negativo se ad Ovest.
In Italia il fuso orario è +1 di Inverno e +2 quando entra in vigore l'ora legale estiva.